Analisi Eurostoxx50: 12 – 16 Febbraio 2018

Scritto il alle 20:15 da [email protected]

Stoxx Giornaliero

 

Buongiorno, che settimana ragazzi sullo Stoxx, volatilità che non si vedeva da anni, dobbiamo tornare ad agosto 2015 per trovare qualcosa di simile.

Con l’augurio che quest’anno prosegua con una volatilità maggiore rispetto all’anno passato, cominciamo con la nostra consueta analisi settimanale e per forza di cose partiamo da quanto scritto settimana scorsa:

Il nuovo t+2 inverso se vorrà appartenere al ciclo trimestrale in essere dal massimo del 1/11 a quota 3708, dovrà necessariamente assumere una configurazione ribassista, il tutto senza violare il minimo del 2 gennaio a quota 3469, perché in quel caso si attiverebbe lo swing incondizionato sul ciclo t+3 di indice e quindi avremmo la conferma immediata della nascita in concomitanza dell’avvio del mensile inverso, di una nuova oscillazione ciclica inversa di grado trimestrale.

 

Non c’è altro da aggiungere, se non che è nota l’importanza del minimo di gennaio, in ottica dei cicli di lungo periodo e una sua violazione metterebbe in crisi lo scenario rialzista di medio/lungo periodo sul principale indice europeo.

Quindi, minimo del 2 gennaio a quota 3469 che viene rotto con decisione, e confermata partenza di una nuova oscillazione ciclica inversa di grado t+3 dallo stesso massimo di avvio del ciclo mensile inverso, con il ciclo trimestrale di indice che viene vincolato al ribasso per il suo restante sviluppo.

Le novità non finiscono qui però, oltre a violare al ribasso il minimo di gennaio, i ragazzi si son dati da fare e come per magia rompono il minimo di agosto, precisamente del 29 agosto alla quota di 3363, et voilà annuale di indice al ribasso.

Ora io non ho la sfera di cristallo, e non vorrei neanche averla, ma una cosa è certa ad oggi il ciclo t+5 di indice è vincolato al ribasso e questo è un segnale estremamente importante per il lungo periodo.

In primis perché sappiamo che ci sarà una tendenza ribassista fino alla sua conclusione e successivamente perché, nel caso in cui si dovesse completare un ciclo annuale al ribasso, avremmo un vincolo ribassista sul quarto annuale del t+7 partito a giugno 2016.

Come dicevo prima, non avendo poteri sovrannaturali, non posso sapere se l’annuale di indice che è vincolato al ribasso, raggiungerà una durata tale che possa farsi che venga considerato assimilabile ad un t+5, dato che per ora ci troviamo ancora nel prima parte del suo sviluppo, ma questo non è un problema, abbiamo un segnale di medio/lungo periodo che è valido, quindi basterà controllare il proseguo del suo sviluppo e i vincoli a cui è soggetto per non farci cogliere in maniera impreparata.

Detto questo, partiamo col seguire il prossimo ciclo mensile di indice sul quale pende un vincolo ribassista da assecondare, e vediamo se trovano un modo per mischiare le carte oppure continuano la discesa che hanno cominciato.

Setup e livelli angolari

Setup Annuale
Ultimo 2016
Range 2672-3290
Uscita rialzista
Prossimo 2019

Setup Mensile
Ultimo: Dicembre
Range: 3469 – 3613
Uscita: outside ribassista
Prossimo: Marzo

Setup Settimanale
Ultimo: 5/9 Febbraio

Range: 3306 – 3517
Uscita: in attesa
Prossimo:19/23 febbraio

Angoli Annuali 2018 :  2919, 3216, 3452, 3586, 3727, 3868, 4069,4370

Angoli Mensili Febbraio: 3170, 3320, 3440, 3477, 3548, 3802, 3958

Angoli Settimanali: 3246, 3271, 3358,3460

 

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
2 commenti Commenta
mike17
Scritto il 10 febbraio 2018 at 15:18

Eventi macroeconomici – Festività mercati;
-19/02 Wally chiusa per il President’s Day

mike17
Scritto il 10 febbraio 2018 at 19:29

Stoxx trimestrale

Nel caso in cui l’annuale di indice proseguisse il proprio percorso ribassista.

Ultimi post dal Network
Ho passato gli ultimi mesi ad ascoltare chi mi chiedeva per quale motivo l'economia americana vi
Faccio questo appello a tutti quelli che leggono il mio blog gratuitamente, aperto nel 2
Mercati: cala la volatilitò sui mercati internazionali con Vix e Vstoxx sotto 20 punti. Elemento di
Nei post della settimana scorsa già ve ne ho parlato apertamente. Nel video TRENDS del week end
Alla fine del 2016, l’ offerta della previdenza complementare contava 452 forme pensionistiche: 36
Statistiche del Blog



Mercati tempo reale


Mercati in real time


Dati Macro del giorno


Uscita Dati Macro


  The   B L O G
      in    your
  L a n g u a g e