Analisi Dow Jones Industrial: Settembre 2021

Scritto il alle 12:02 da Mike17@finanzaonline

DJI Giornaliero

Buona domenica a tutti e ben ritrovati, dopo aver fatto una pausa estiva riprendiamo gli studi come faranno domani le scuole.

Andiamo subito a vedere l’elemento che sta contraddistinguendo i tempi ciclici del Dow Jones, guardando il grafico si vede che la composizione degli ultimi cicli trimestrali si stia sviluppando a 3 tempi, dove ogni tempo per la maggior parte delle volte non è rappresentato dal canonico ciclo mensile ma bensì da un ciclo t+1 che spazia da una durata di 18 giorni fino ai 23.

Come sempre, non è assolutamente detto che ciò che accade in passato sia garanzia di ciò che accadrà in futuro, ma tuttavia in ambito ciclico notiamo che in diversi casi vi è un ripetersi di modelli/strutture che si sono manifestate recentemente perciò ritengo che valga la pena analizzare attentamente quello che succede per avere degli spunti di riflessione.

Ricordo anche un altro principio che si utilizza molto nell’analisi ciclica, ovvero quello dell’armonia fra i cicli e i loro movimenti, dove chi analizza non deve avere la presunzione di ingabbiare in schemi rigidi qualcosa che è tutto fuorchè uno schema predefinito.

Questo lo si può constatare nel movimento fatto dal ciclo t+3 di indice partito sul minimo del 29 gennaio a 29856 e conclusosi il 19 maggio a 33473 dopo una durata di 76 giorni (durata che eguagliava quella del ciclo gemello inverso), successivamente abbiamo avuto conferma dell’avvio di un nuovo ciclo trimestrale dalla componente tempo, con un t+1 rialzista, ma non dalla componente prezzo con l’indice storico americano che non è riuscito a rompere il massimo del 10 maggio a 35091.

Cos’è successo dopo?

E’ successo che il Dow è andato a rompere il minimo del 19 maggio, vincolando al ribasso sia l’ipotetico t+3 che il t+2 di indice, facendoci ipotizzare una lingua sull’inverso mentre dalla seduta successiva vi è stato un recupero dei prezzi che pian piano hanno dato vita alla vera partenza sia del ciclo mensile che trimestrale di indice, con conferma sia della componente tempo che della componente prezzo.

Se inquadriamo il tutto in una visione più ampia che comprende i cicli semestrali e annuali, ci accorgeremmo di quanto sia più naturale e armonico considerare l’insieme del movimento che va dal 29 gennaio al 18 giugno come un ciclo t+4 e fa niente se al suo interno non vi è una classica composizione di due cicli t+3 ben definiti, perché come detto in precedenza, il nostro compito non è quello di rinchiudere in scatole chiuse i cicli ma quello di analizzare nel suo insieme un movimento.

Ho scritto tutto questo per mostrare una parte del ragionamento che ci sta dietro a quello che poi si vede sul grafico.

Venendo al momento attuale, ci troviamo in un ciclo mensile di indice arrivato a una durata di 38 giorni, che può essere scomposto in due cicli t+1, il primo che va dal 20 luglio al 19 agosto e il secondo che è attualmente in essere e sarebbe il terzo t+1 del ciclo trimestrale di indice in essere dal 18 giugno a 33271, per rimanere in tema delle strutture a 3 tempi.

Lato inverso possiamo notare che dal massimo storico del 16 agosto a 35631 abbiamo l’avvio contestuale sia di un ciclo t+3 che t+2 inverso, il tutto è stato confermato dalla violazione del minimo del 19 agosto a 34690 che vincolando al ribasso il t+1 di indice, ha fatto scattare lo swing incondizionato sul ciclo trimestrale di indice.

La speranza per i tori è quella di concludere al più presto il ciclo mensile di indice (38 gg) per poi ripartire, mentre nel caso in cui lo sviluppo del t+3 di indice si manifestasse in un 3 tempi, allora ci sarebbero ancora diversi giorni a favore degli orsi per poter spingere al ribasso il Dow Jones.

 

Setup e livelli angolari

Dow Jones 

Setup Annuale
Ultimo: 2020
Range: 18213 – 30637
Uscita: rialzista
Prossimo: 2022

Setup Trimestrale
Ultimo: Gennaio/Marzo 2021
Range: 29856 – 33259
Uscita: rialzista
Prossimo: Ottobre/Dicembre 2021

Setup Mensile
Ultimo:  Maggio
Range: 33473 – 35021
Uscita: outside rialzista
Prossimo: Settembr, Novembre

Angoli Annuali 2021: 20342, 22826, 24060, 24634, 26752, 31046,32030,33100,35130

Angoli Trimestrali Luglio-Settembre 2021 : 25600, 30370, 32070,38400

Angoli Mensili Settembre: 32858, 34058, 35776, 36346, 36646

 

Sp 500

Setup Annuale
Ultimo :2020
Range: 2191 – 3760
Uscita: rialzista
Prossimo: 2022

Setup Trimestrale
Ultimo: Aprile/Giugno 2020
Range: 2447/3233
Uscita: rialzista
Prossimo: Luglio-Settembre 2021

Setup Mensile
Ultimo: Agosto
Range: 4367/ 4537
Uscita: rialzista
Prossimo: Novembre

Angoli Annuali 2021: 2696, 2852, 3076, 3332, 3738, 3994,4232, 4370,4490

Angoli Trimestrali Luglio-Settembre: 3570, 3868,4320,4536

Angoli Mensili Settembre: 3954, 4286, 4496, 4566,4800

1 commento Commenta
Mike17
Scritto il 12 Settembre 2021 at 23:13

Eventi macroeconomici – Festività mercati;
-03/09 Dati lavoro USA
-06/09 Wally chiusa per Labor Day
-09/09 BCE
-17/09 Scadenze tecniche trimestrali
-21/09 BoJ
-22/09 FED
-23/09 BoE
-26/09 Elezioni Nazionali in Germania

Ultimi post dal Network
Fino a qualche giorno fa Evergrande era per molti la più sconosciuta società del pianeta. In r
Ftse Mib. Dopo aver toccato il 13 agosto il massimo di periodo a 26.687 punti, l’indice italiano
Ieri sono uscite le vendite al  dettaglio in America, tutto come previsto un mese fa, quando ab
Signori, siamo di fronte ad un problema. Impercettibile, perché stiamo parlando di un qualcosa
Il ribasso del titolo Enel ha messo in apprensione più di un operatore. Enel, insieme alle sue cont
Statistiche del Blog



Mercati tempo reale


Mercati in real time


Dati Macro del giorno


Uscita Dati Macro


  The   B L O G
      in    your
  L a n g u a g e